Perché fu realizzata la nuova stazione di Chiasso (1285-6)

  • Italienisch
  • 1967-11-10
  • Dauer: 00:01:59

Beschreibung

Comunicato:
Oltre 170 milioni sono stati inghiottiti dalla costruzione della nuova stazione di Chiasso. Il direttore generale delle FFS dr. Karl Wellinger interviene personalmente per ribattere le critiche mosse a tale proposito alla amministrazione ferroviaria.

Commento:
L’amministrazione delle nostre altrimenti inappuntabili FFS, è stata accusata di aver commesso degli errori nella progettazione delle stazioni merci di Chiasso e di aver così sperperato dei milioni. Il Cine Giornale Svizzero ha pertanto chiesto al direttore generale Wellinger di definire la presa di posizione delle FFS di fronte a queste critiche. // Bisogna anzitutto rendersi conto citiamo testualmente, che Chiasso è il nostro più importante passaggio ferroviario verso sud, dove si concentra per così dire, tutto il traffico della linea del Gottardo, con un movimento le merci che dal 1956 ad oggi è aumentato da 3.5 milioni di tonnellate a ben 9 milioni di tonnellate. Questo imponente flusso di merci, che è di tanta importanza non solo per la Svizzera ma per l’Europa intera, è stato smaltito negli anni scorsi unicamente grazie al sistematico rinnovamento di tutti gli impianti di deposito e di dogana di Chiasso. Col cambiamento d’orario del 28 maggio scorso si è iniziata una nuova fase nel corso della quale le installazioni, progressivamente realizzate dal 1956, sono state collegate l’una con l’latra, in modo da riunire in una mano sola, l’intero movimento della stazione grazie alla nuova centrale di comando. È stata questa una tappa importante, senza precedenti per una stazione internazionale che non solo deve far proseguire giornalmente fino a 2000 vagoni merci, ma che in più deve ospitare i complessi servizi di due diverse amministrazioni ferroviarie e di due diverse dogane. Malgrado l’accurata preparazione era inevitabile che sorgessero in queste condizioni numerosi problemi d’adattamento. In altri termini, aggiungiamo noi, se è vero, che vi fu qualche spiacevole sorpresa, ora tutto è praticamente a posto.

Communiqué_1285.pdf
Dieses Dokument wurde mit der Unterstützung von Memoriav erhalten.