25 anni orsono (1408-1)

  • Italienisch, Deutsch
  • 1970-05-01
  • Dauer: 00:03:02

Beschreibung

Comunicato:
Maggio 1945: prigionieri russi e truppe germaniche disarmate varcano la frontiera svizzera. - Entrata delle forze alleate a Milano. - L'Europa in rovina. - Giubilo popolare a Ginevra per la fine della guerra.

Commento:
Siamo al posto di frontiera di Oberwiesen nel Canton Sciaffusa. Questi prigionieri russi sono i 50 sopravvissuti di un gruppo di 460 che durante la loro estenuante marcia verso la libertà si sono urtati al fuoco delle mitragliatrici di un contrattacco tedesco. Ciò accadeva 25 anni orsono, pochi giorni prima della fine della seconda guerra mondiale. A Costanza sono appena entrate le truppe francesi. La guarnigione germanica si lascia internare dalle nostre truppe. Donne e bambini devono attendere, perché le regole dell’internamento accordano la precedenza alle truppe inseguite dall'avversario. Il comandante della guarnigione riceve dagli ufficiali svizzeri le disposizioni per varcare la frontiera. Analoghe scene si svolgono a Chiasso, all'estremità sud del nostro paese. Le truppe tedesche si arrendono agli americani, salutati ovunque con giubilo. A Milano sono gli italiani stessi che risolvono localmente la situazione ancor prima dell'arrivo delle forze alleate. Poco alla volta tacciono le armi in Europa, lasciando qua e là degli ammassi di rovine, come qui a Monte Cassino - o qui a Varsavia. Queste agglomerazioni apparentemente morte sono tuttavia abitate come qui a Colonia. 7 maggio 1945: capitolazione di tutte le forze germaniche: in Europa la guerra è finita! A Ginevra, strade e piazze sono sommerse dalla popolazione in festa. Nulla può frenare queste spontanee manifestazioni di gioia popolare.

Communiqué_1408.pdf
Dieses Dokument wurde mit der Unterstützung von Memoriav erhalten.